Marco Dante Sinigaglia

Marco Dante Sinigaglia frequenta l’Accademia di Belle Arti di Venezia e si forma nella partecipazione ad ambienti creativi e intellettuali. Pochi materiali, tecniche e forme espressive sono estranei alla sua ricerca. Pioniere dell’arte digitale, sin dai primi anni 80, opera professionalmente per la fotografia, il cinema, il teatro, la televisione, la pubblicità.

Una consistente produzione pittorica lo ha già visto esibire il proprio lavoro in Italia e in altri Paesi. La più recente produzione scultorea sfugge alle definizioni, imponendosi per autonomia di percorso. Gli ultimi sviluppi del suo lavoro lo hanno portato a confrontarsi con il mondo della moda e del design. Opere di Marco Dante Sinigaglia sono collocate presso collezioni private, istituzioni museali e siti pubblici.

“L’indagine di Marco Dante Sinigaglia ci viene resa come una superficie: che sia la pelle tesa di tamburo o la superficie sacralmente elevata a presenza totemica. Essa è sempre e comunque “barriera di contatto” (W. Bion) sulla quale l’artista riproduce ossessivamente la stessa nota d’un concerto Kleiniano: il “pattern” si riproduce in infinito gioco di concatenazioni.” G. Prandina (2014)

“Geometrie labirintiche che fanno cortocircuitare la percezione dell’insieme, sicuramente congruenti alle esperienze della ricerca gestaltica dell’arte cinetica e programmata. Soltanto che il pattern usato dall’Artista (il modulo ripetuto, girato, specchiato e deformato) è un frammento del corpo (il suo): il polpastrello di un dito, il tessuto epiteliale di una mano, di un braccio, peli e capelli. Frammenti riportati a matrici ordinate, ma, e qui è la differenza con l’Arte gestaltica, che appartengono al corpo: geometria viva e pulsante e nello scoprirne l’origine sta la meraviglia dell’osservatore. Nel riconoscimento di ciò che il frammento rappresenta, il freddo della serie lascia spazio al caldo della vita; ben diverso dal caldo dell’action painting, del gesto spontaneo e libero, ma di evidente interesse …” Paolo Pavan (2015)

RECENTI ESPOSIZIONI

  • 2017 ottobre, Sevillia (ES) Centro Civico Las Sirenas: MIENTRAS LA BARCA AGUANTE (Un recelo habitual)”

  • 2017 luglio, Folgaria TN – Forte Cherle: “99ESIMO PER UN CENTENARIO”

  • 2017 giugno, Venezia – Spazio Kanz – Circuito OFF – 57. Biennale d’Arte di Venezia “FIN CHE LA BARCA VA”

  • 2016 maggio, Venezia – Galleria San Gregorio: “IO SONO ALBERO”

  • 2016 febbraio, Livorno – Galleria Il Melograno: “IO SONO ALBERO”

 

Per saperne di più